Recupero dell'uomo a mare

Sezione 4, lezione 3

Nel momento in cui un membro dell’equipaggio cade in acqua, le attività in corso sull'imbarcazione cessano, e tutto l’equipaggio si prepara per la procedura di recupero.

È di vitale importanza che la procedura MOB[1] sia effettuata nel minore tempo possibile e con la massima precisione possibile, non c’è margine d’errore.

In questa guida, andremo a spiegare una delle manovre più semplici e al contempo più efficaci per recuperare un uomo in mare: la quick-stop.

La procedura si svolge come segue:

  1. Il membro dell’equipaggio che per primo si rende conto che qualcuno è finito in acqua urla “UOMO A MARE”, sospende le sue mansioni e cerca a tutti i costi di mantenere il contatto visivo con il MOB.
    Verrà rimpiazzato in quello che stava facendo da un altro membro dell’equipaggio.

  2. Il timoniere comincia ad orzare, si vira mantenendo il fiocco cazzato sopravento (non facendolo quindi passare durante la virata).

  3. Il timoniere continua, dopo la virata, a poggiare. Per farlo è sufficiente lasciare il timone in posizione dopo la virata, siccome a causa del cambio di mure, quella che prima della virata era un'orzata, diventerà una poggiata. L’equipaggio regolerà le vele in base all'andatura in continuo cambiamento a causa della rotazione continua della barca.

  4. Il timoniere abbatte, l’equipaggio fa passare la randa e il fiocco viene sventato.

  5. Il timoniere riporta la prua verso il vento, puntando il MOB ma tenendosi comunque sottovento ad esso.

  6. Man mano che ci si avvicina al MOB, il randista lasca lentamente la randa, così da rallentare la barca, per arrivare vicino all'uomo con la barca ferma.

ATTENZIONE: la procedura MOB a vela richiede un elevato livello di manualità e conoscenza dell’imbarcazione, per questo raccomandiamo ad un equipaggio inesperto che dovesse trovarsi in questa situazione, di accendere il motore, sventare le vele e dirigersi dal MOB a motore, facendo chiaramente attenzione a non ferirlo con l’elica.

Qualora, una volta recuperato l’uomo, esso dovesse essere privo di sensi o in qualunque altro modo ferito, è opportuna una chiamata VHF sul canale 16, utilizzando la seguente formula:

“mayday mayday mayday, [NOME DELLA BARCA] ha un membro dell’equipaggio ferito [DESCRIVERE IL TIPO DI INFORTUNIO], necessitiamo di urgente supporto medico, la nostra posizione è: [SE DISPONIBILI COORDINATE DELL’IMBARCAZIONE, ALTRIMENTI RIFERIMENTI VISIVI]”.

 

[1] Man OverBoard (uomo a mare).

 

Crewhale sailing e i suoi collaboratori non si assumono alcuna responsabilità per danni a oggetti o persone causati dall'applicazione delle tecniche riportate nel corso.

Engineered & Powered by Davide Dan
All Rights Reserved